Condividi questa pagina:
Cerca
Home page | Archivio Notizie | Pagina corrente: E' stata inaugurata la...
Pubblicata il 3 febbraio 2018 | Notizie

E' stata inaugurata la mostra di Vittoriana Benini e la mostra "Baracca e Burattini"

E
Sabato 3 febbraio sono state inaugurate le mostre allestite contemporaneamente in Sala Auditorium, quella della pittrice Vittoriana Benini, "Il teatro della vita" e quella dei burattini conservati nel museo civico dal titolo "Baracca e Burattini".

Un connubio riuscitissimo visti i temi trattati da Vittoriana Benini nei suoi quadri, le maschere, gli attori, le bambole, in un susseguirsi di visioni che ogni volta riportano sensazioni ed emozioni diverse e i burattini della collezione di fine ottocento conservata nel Museo Civico di Medicina.

Vittoriana Benini è un'artista locale piuttosto nota che nella sua carriera ha esposto le sue opere negli Stati Uniti ed al Quirinale. La mostra è stata introdotta dalla critica d'arte Valentina Sgubbi.

La mostra "Baracca e Burattini" è stata introdotta invece dalle volontarie del gruppo A.C.R.A.S.M.A., che si occupa del recupero e della valorizzazione del patrimonio culturale di Medicina.

La storia di questa collezione è una storia che vale la pena essere raccontata.
Negli anni '30 il burattinaio bolognese Agostino Serra era solito venire a Medicina per fare divertire i bambini delle scuole elementari. Al momento del ritiro, Serra donò l'intera muta di burattini alla scuola che la conservò fino al 2001, anno in cui i due bauli furono portati al Museo Civico.

I burattini non sono pupazzi qualunque, ma piccole opere d'arte create agli inizi del '900 dai fratelli Frabboni, Filippo, Emilio e Augusta, una delle più importanti famiglie di burattinai bolognesi.

Le teste scolpite da Emilio sono inconfondibili, per la fattezza e per il trucco sugli occhi che riprende quello degli attori teatrali.
Gli abiti indossati dai burattini furono probabilmente realizzati dalla stessa Augusta. Il camiciotto (o buratto) è realizzato secondo la tradizione bolognese: un tessuto in canapa interno è cucito al vestito su cui è applicato un gilet con bottoni completato da un abito supplementare.
I personaggi femminili sono costruiti in modo diverso così da dare loro il giusto portamento.
Moltissimi i fondali d'epoca, dipinti a tempera, da ammirare.

Vittoriana Benini, nata a Imola, attualmente vive e lavora a Mordano, pittrice, grafica, scultrice e disegnatrice, tutto ciò per rispondere ad una sua esigenza interiore. In quinta elementare, a Imola, il maestro Giorgio Montevecchi segnala un suo quadro ad un concorso a Milano e fu per Vittoriana il primo di tanti premi.
Negli anni '80 decide di raccogliersi in sé stessa a rielaborare quanto acquisito dagli studi accademici, per fonderlo con la preesistente ispirazione soggettiva, fortunatamente più forte di qualsiasi tecnicismo. Soprattutto negli anni '90 ha definito una tematica tutta sua, autenticamente personale, dove insieme alla figura femminile diventano protagoniste le bambole.
Scrive Carlo Lucarelli “...le sue donne mi affascinano, le sue bambole mi inquietano”.
La sua arte è stata consacrata dalla mostra americana del '97 “Women and Dolls” alla prestigiosa Feirligh Dickinson University degli Stati Uniti. Nel '98, in Arkansas, tiene un'altra importante mostra alla Art Foundation Hot Spring.
Nel 2000 inizia un nuovo percorso: “tra sogno e realtà” e “il teatro della vita”, dove si alternano artisti di strada, clown e personaggi del circo. Nel 2004 durante la presentazione di una mostra a Casinalbo (Modena) molto significativa è stata la presentazione di Vittorio Sgarbi. Si affiancano a questi temi anche le “vecchie cartoline”: rappresentazioni pittoriche che legano il passato al presente attraverso personaggi reali e di sogno. La sua continua evoluzione l'ha portata nel 2008 ad una nuova ricerca della tridimensionalità, nei volumi, nelle luci e nelle architetture dove i suoi personaggi prendono vita. Continua e si accresce la notorietà di Vittoriana negli Stati Uniti, ad aprile 2008 si è svolta con successo una sua mostra in Texas. Nel 2013 si è svolta una nuova mostra a Roma presso il Palazzo dei Dioscuri al Quirinale presentata da Claudio Strinati.


La mostra sarà visitabile fino al 18 febbraio 2018.
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00,
giovedì dalle 10.00 alle 12.00

Per visualizzare la galleria fotografica cliccare qui

Notizia a cura della Segreteria del Sindaco

Allegati alla pagina
Baracca e Burattini
Dimensione file: 972 kB [Nuova finestra]
Bochure Baracca e Burattini
Dimensione file: 1039 kB [Nuova finestra]
Bochure Vittoriana Benini
Dimensione file: 1150 kB [Nuova finestra]
Il Comune
Sindaco e Giunta
Consiglio comunale
Commissioni
Consulte territoriali
Consulte tematiche
Uffici comunali

Contatti
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Trova una persona
Scrivi al Sindaco
Posta Elettronica Certificata

Servizi online
Albo Pretorio
Albo Pretorio (dati fino al 2/05/2016)
Bandi e Gare
Autenticazione con Federa
PSC - RUE - Classificazione acustica
People SUAP
Pagamenti online
Servizio rette scolastiche
Iscrizione ai servizi scolastici
Servizi demografici online

Trasparenza
Amministrazione trasparente
Amministrazione trasparente (dati fino al 2/05/2016)
Codice disciplinare
Ex Trasparenza, valutazione e merito

Navigazione tematica
Agricoltura
Ambiente e Verde
Attività produttive
Casa
Cultura, tempo libero e sport
Disabili
Giovani
Lavoro
Macellazione
Neve
Patrocinio
Protezione civile
Raccolta firme
Rette scolastiche
Risarcimento danni
Sale pubbliche
Sanità e salute
Scuole e asili nido
Servizi cimiteriali
Sociale
Sportello Servizi al cittadino
Stranieri
Trasporti
Turismo e ricettività
Tasse e Tributi
Polizia Municipale
Anagrafica dell'Ente
Comune di Medicina
Provincia di Bologna
Regione Emilia-Romagna
Italy
Via Libertà 103, 40059 Medicina (BO)
Tel. 051.69.79.111 - Fax 051.69.79.222
email: urp@comune.medicina.bo.it
Partita IVA: 00508891207
Codice Fiscale: 00421580374

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'ufficio URP, Segreteria Affari Generali, Segreteria del Sindaco.
Per inviare segnalazioni:
comunicazione@comune.medicina.bo.it
Pubblicato nel marzo del 2014
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Cookie
Informativa Cookie
Area riservata